Servizi
Contatti

Eventi


Riflessioni- pensieri- poesie

L’autore parla di se stesso, del suo passato all’insegna del dolore: la perdita del padre, l’orfanatrofio, la mancanza di una carezza materna, la miseria, poi il riscatto: una famiglia, dei nipoti, un cane che lo riconosce dopo un anno, una fase memoriale in cui prendono posto e si alternano sotto i riflettori volti, mani, ansie, consanguinei che hanno solcato altri mari, sono morti lontano da questa patria o per motivi di guerra o per forzato esilio-migratorio.

Fare i conti con quanto manchi al tramonto è rivisitare anche con malinconia e amarezza l’essere stato e l’ora, ma la preghiera, il verde della collina, i fiori scacciano per poco la tristezza: Il mio cuore cerca soltanto un poco di calore. Egli stesso confessa che sono attimi di memoria da consegnare ai nipoti, perché possano conoscerlo meglio, conoscere la sua onestà di pensiero. I componimenti, perciò, hanno un sapore colloquiale, forma più diaristica che lirica.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza