Servizi
Contatti

Eventi


"Di alba in alba mi sono sentito diverso: nella mia anima hai fatto nascere il fiore della bontà", così sbottava il crudele re di cui si parla nel libro Le mille e una notte rivolgendosi a Shahrazàd, la ragazza che, narrando una dopo l'altra le fiabe con voce suadente, riuscì ad allontanare il giorno della sua morte e a ottenere la grazia della vita. Questo è il potere delle fiabe e delle favole: aiutare grandi e piccini a scovare in sé, con il ricorso a tracciati creativi, l'innocenza, la bontà, il senso della solidarietà, dell'amore, per farli rinascere nella vita d'ogni giorno.

Roberta Degl'lnnocenti ci riesce con La luna e gli spazzacamini, un testo che racchiude dieci fiabe colme di saggezza che, attraverso il miracolo della fantasia e la grazia dello stupore suscitato, conducono chi legge a comprendere i valori e i doni della vita: l'esigenza d'accontentarsi di quanto si possiede, per conquistare la felicità (Margie e Fosfarina, Gnam Guaiti, il Folletto Grasso); la necessità di proteggere i deboli e di prevenire i mali (Freddy, la zanzara distratta); l'importanza dell'aiuto reciproco e dell'amore, fulcri dell'esistenza (Virgola e Biancolina); la libertà di sognare e di credere fino in fondo alla realizzazione di un ideale (La pescatrice di conchiglie, Trecciolina); la rilevanza di un sorriso per chi fatica a vivere (Perla); la significatività dell'amicizia e la forza dell'amore (Il valzer di Orso Bruno).

I protagonisti delle fiabe sono diversi: persone, cose, animali, tutti hanno una voce e un cuore, tutti sanno perseguire i sogni e tendere al bene. Sono, queste, parole di vita che sanno suscitare commozione e, nel contempo, sanno assumere aria scherzosa e tono burlesco: l'umorismo è un forza sottile e tenace insieme, di cui spesso l'autrice si nutre con estrema disinvoltura.

"Lo stile, – come afferma Paolo Ruffilli nella chiara e scorrevole prefazione – nella semplicità del suo dettato, è tutto intessuto di tramature raffinate che ci riportano alla vena autenticamente poetica dell'autrice". Il dinamismo delle idee, inoltre, le coloriture descrittive, la seduzione della fantasia e l'approccio psicologicamente mirato con la realtà e i suoi segreti sono tracciato di grazia e di trasparenza. La discorsività e la fluidità del pensiero conferiscono poi leggerezza alla forma linguistica, ineccepibile sotto ogni profilo.

Un cenno particolare meritano le illustrazioni di Andrea Gelici: esse hanno il pregio della delicatezza, dell'armonia, della chiarezza esplicativa e ben riescono a interpretare l'intuizione e l'immaginazione di Roberta Degl'Innocenti e a penetrare nell'ordito delle trame proposte, attraverso coloriture che hanno la dimensione del sogno e, ancor più, svelano la limpida interiorità dell'autrice.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza