Servizi
Contatti

Eventi


E festa tricolore sia !

in: Poetica Unità d'Italia
la Recherche, antologia, 2011.

Gli Italiani a tavola
per la lunghezza dello Stivale,
Non ci siamo per nessuno”,
chiusi i portoni delle Alpi
spenti computer e telefonini.
I vecchi accendano i fuochi
per servire piatti profumati
ai ragazzi seduti a tavola,
alle ragazze coronate di fiori.
Porgano poi le loro storie
senza toni dolenti, della trama
fatta e disfatta dell’Italia.
Si facciano infine da parte,
la musica invada paesi e città,
coppie nel vortice dei balli
disegnino il respiro del domani.

Nel golfo di Baratti frammenti
verdi di vetro smerigliati dal mare
rosticci rossi dei forni accesi dagli etruschi
pezzi bianchi di ceramiche romane.
Compongono un vasetto tricolore,
domani Marta lo porta alla maestra
È proprio una cosa speciale!

Sventola la bandiera tricolore
sulla colonia dei gatti a Populonia,
scatolette da leccarsi i baffi.
Nelle camerette altri letti
per i gatti in fuga dalla Libia.

La Venere del Botticelli
lascia gli Uffizi, scende
in Piazza con gli amici famosi:
Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta
la Cultura non più calpesta e derisa!
Lasciamo il sentiero del Canto Ritorto,
la memoria a bolle i giovani chiamò!”.

Firenze, febbraio 2011

Materiale
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza