Servizi
Contatti

Eventi


Una poesia che nasce da profonde emozioni e intendimenti, che tenta di ricucire i vari momenti slegati e tracciare una sintesi dell’esistenza che man mano ha perso i momenti unificanti e la musicalità delle parole, dette e abbandonate a un destino senza ritorno. Tuttavia è sempre presente il ricordo e il desiderio di risentire fatti e nomi che hanno lasciato il segno nel profondo dell’anima e riconciliano con una vita apparentemente vuota e senza significato. L’espressione viva del dialetto riesce non soltanto a dare un carattere immediato ai pensieri e alle immagini, ma serve da base narratrice per una realtà che pone grandi problemi e a volte diventa struggente, continuamente in bilico tra l’umana accettazione e una sorta di rassegnata adattabilità alle sue leggi. I sentimenti trovano sfogo e luce nelle rispettive forme, curate da una limpida analisi e da un particolare modo di riportarle alla loro chiara visione che contiene ancora elementi di utopia e slancio ideale. “A tutte le stelle la lancio raggomitolata | questa appassita buccia di limone. ||  Sarei contento di centrarne almeno una | affinché la usasse come una corona.” Nel “Paesaccio di montagna” rivive tutta la sofferta solitudine e il distacco da un luogo che ritorna spesso ad apparire come risorsa per un canto d’amore che la lontananza ha reso asciutto e ha trasformato in una dolce musica familiare. La tristezza brucia tutto il nostro essere e ci rende incapaci quasi di sognare e ritrovare l’armonia  che nasce dall’essere presenti a noi stessi e l’impeto della giovinezza che spinge verso la realizzazione.

Il racconto è dolce e i versi pieni di fascino per un mondo forse non solo apparente, ma vero e crudelmente pieno di fragilità e di umori che non lasciano il tempo di godere nel felice ricordo. “Se la fantasia accresce i giorni | si srotola tutto il gomitolo | e, leggero, il cuore balla per la strada”. È accorato il canto e dimostra quanto è importante ritrovare il cammino che offre ancora colori e sapori conservati nel cuore, mentre il pensiero li rende spesso brucianti di desiderio, con un linguaggio quanto mai attuale e penetrante.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza