Servizi
Contatti

Eventi


Il giovane romano Gian Piero Stefanoni ci presenta la silloge Geografia del mattino e altre poesie. Bellissimo il commento di Plinio Perilli che sottolinea la sensibilità, la grande arte di questo poeta e il suo dramma-travaglio fra la vocazione al sogno e alla realtà insieme. Se l’alba si apre alla luce dell’anima, in “Geografia del mattino” nell’azzurrità dei cieli di Roma per questo poeta-gabbiano, la notte si fa triste e desolata accanto ad un Tevere cupo e limaccioso. Protagonisti di ogni lirica sono gli uccelli. “Al mattino ponte a ponte si schierano | coll’uscita in chiaroscuro dei sogni. | Sfilano severi intorno al Totem, arei, | lungo l’aquila in marmo della suburra. || Perpetui l’uno all’altro per spinta | e incalcolata misura, muti al clamore | fin dove unità è corona, sospesi maculano | increspando in sentieri le nubi. || Toccato si svuota il suolo ai loro saltelli tinnanti”. Bellissima anche questa descrizione degli stormi d’uccelli in autunno. “Più in alto | per occulta visione | in excelsis Deo, | tra scaglie di metafisico stupore, | dove il delirio è grazia di analogie perdute. || Patire e va bene ma con occhi nuovi.” Muove con noi l’ombra i migratori | in discorde coro notturno. || Altro non magnifica questo bandire stanco di bellezza. || Prende la forma dell’ira, della nequizia. || Gode una luce breve, di lenti spiriti | l’approdo di vecchiezza a Ripa grande”. Il poeta/uccello vola sopra Roma, sull’Esedra, sulle terme di Caracalla, sul Colosseo, sulle fontane, sul Campidoglio, su Campo de’fiori, sugli Angeli di San Paolo, ammirando la bellezza dei monumenti, delle basiliche, delle statue. Molto bella è pure la descrizione di certi quadri del Museo Barraco. Roma non è solo arte e bellezza, centro turistico e spirituale, festa e musica, ma è anche luogo di immigrazione di tanti stranieri e purtroppo, non manca chi si droga,. Mi piace il messaggio che il poeta in “Montemirabile” il poeta ci dà: “(..) Regolati sempre al germe della continua creazione | che è volontà piena di somiglianza, ardore, ascolto, potenza che incontra il numero.” Nella sezione “Altre poesie”, l’autore rende omaggio a grandi, recenti pittori quali Segantini, Klee, Modigliani, Morandi, ecc. La sua poesia è molto originale e ricca di immagini.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza