Servizi
Contatti

Eventi


I versi di Giovanni Parrini, l'ingegnere della poesia

«Guardi non deve sorprendersi: poesia e tecnica non sono così lontane tra loro. Più che altro si tratta di uno dei tanti luoghi comuni che ha attecchito nel nostro pensiero collettivo». Parole di Giovanni Parrini, 53 anni, fiorentino, ingegnere di professione e poeta di talento, da poco nelle librerie con la sua terza raccolta “Nell’oltre delle cose”, in gara alla prossima edizione del Premio Viareggio.

«La poesia pervade tutta la nostra vita – prosegue Parrini – e quindi per me, anche grazie ai miei studi giovanili umanistici, è del tutto naturale far comunicare questi ambiti». Un’impresa comunque che costa fatica. «Per riuscire a realizzare questa operazione – spiega il poeta – sono necessari dei compromessi: un’attività artistica richiede tempo e non può essere trattata alla stregua di un hobby da seguire nei ritagli di tempo. Si deve studiare, ci si deve applicare». L’ultima fatica di Parrini rappresenta una sorta di chiusura del cerchio.

«Il titolo conferma chiaramente l’esistenza di un filo conduttore che lega tra loro tutte le poesie – conclude Parrini. In tutto il libro ci si muove dal piano sensibile, dal contatto delle cose quotidiane, per trovarne una trascendenza. Mi viene in mente un verso di Virgilio “sunt lacrime rerum” che è un verso misterioso. Andare quindi a vedere qual è l’anima effettiva delle cose perché le cose probabilmente ci rispecchiano. Sono anche un po’ noi. Ci assorbono e poi quanto hanno assorbito viene, per così dire, riportato. Di nuovo esce dai loro pori e quindi c’è una trascendenza nelle cose, anche nelle più insospettabili, perché siamo noi a rilevarla, se vogliamo, questa trascendenza e questo valore, direi metafisico. C’è una metafisica che è più forte della fisica. Noi non ce ne accorgiamo, ma in tutti i nostri modelli di interpretazione del reale facciamo uso della metafisica».

Firenze, domenica 24 aprile 2011

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza