Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Dopo quattro anni da ‘Ai confini col gelo’ l’autrice esce con una nuova raccolta: ne viene spontaneo il confronto. Si ha l’impressione che, restando comunque la scrittura peculiare – es. ‘nel tonante atro inventato’ (p. 41) – la parte linguistica si estenda di più sul tono colloquiale, sviluppando poi intuizioni che nascono di slancio, sia vocativo (es. ‘Oh, concedimi la sua anima calma’ p. 49) che in senso figurato. Quei princìpi che sostengono tale poetica seguono perciò una linea evolutiva che trae nuova linfa dai ricordi e dalla natura.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza