Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Fin dal primo testo (in tutto XXVII, numerati come in altre occasioni per questo autore) la linea espressiva emerge con rilievo: i caratteri filosofici o scientifici e le spiegazioni etimologiche sono dati certamente utili ma, ai fini di una valutazione estetica, accessori: perché quella di Angelo Di Mario è poesia che si impone da sola, per la potenza figurativa e concettuale — ‘il poeta è l’uomo’ (III). La rappresentazione verbale si staglia con precisione fenomenica: ‘cattedrali vuote | con sacerdoti di pietra | che ardono in fuochi silenziosi | e pregano acque illimitate’ (V); questo è soltanto un piccolo saggio di una scrittura che si svela ad ogni verso e il cui significato risiede nella stessa parola portata al suo più alto livello di intelligenza creativa.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza