Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. A tre mesi dal precedente ‘Omicidi virtuali’ un nuovo romanzo in cui l’autrice ricalca, ma solo in parte, l’idea del delitto perfetto, immaginato e costruito, ispirato da oscure entità; e la medesima struttura in capitoli, 57 più il prologo. La psiche supporta una personalità che con spunti allucinatori rispecchia l’imago di copertina il cui volto, di materiali s-figuranti, rimanda agli orrori di un Bacon. La narrazione è più duttile, ma meno stemperata su realtà-realismo, pur reggendone gran parte; torna il discorso della a-normalità, un duplice segno congiunto nell’identico soggetto. Si direbbe che la protagonista (Viviana) abbia in sé un impulso non dominabile.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza