Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. È la luce l’elemento senz’altro primario che investe i versi della poetessa ferrarese (nata a Merano): luminosità fideistica o comunque spirituale che rende trasparente la parola, mentre le personificazioni conferiscono ai sostantivi la forma operante: il Cuore, il Serpente, i Sigilli (tanto per fare tre esempi) e la stessa Luce. Ma pure il suono ha la sua parte, e teatralmente proviene dal ‘golfo mistico’ (p. 10) per approdare a ‘un’ignota musica’ (p. 27) essendo i ‘Musicisti, messaggeri di alfabeti arcani’ (p. 57). Quando l’oscurità si insinua nelle coscienze nasce ‘un tempo, | feroce e oscuro, | di lumi franti’. I Frammenti (pp. 58-61), simili a brevi ‘illuminazioni’, si prefigurano come haiku.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza