Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Nelle intenzioni dell’autore quest’opera non è un’antologica ma si configura quale diario e ‘primo consuntivo’ (p. 351). L’ampio arco di tempo permette una valutazione più completa se non definitiva. L’escursione formale dei testi è retta dallo stile, disposto sempre in funzione dei contenuti; così anche un calligramma (p. 205) è vincolato all’evento e a una sua ‘interpretazione’. Là dove la sintesi – comunque presente – acquisisce la struttura versale come significante metrico-visivo, si hanno gli esiti più alti; si veda Il palco con il folgorante incipit ‘L’occhio meccanico cerca il rito e il gesto forte. | Tu sei, tu consisti’. La voce di Grieco risulta qui inconfondibile. Per Rivus Niger (p. 147 e ss.) vedi pure Vultur (pp. 41-45).

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza