Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Fra i viaggi, quello a valenza spirituale o interiore (in Basial se ne ha l’impressione) restituisce il fascino di un luogo ideale, o utopia (T. Moro); nasce dalla ‘sete di ricerca’ (p. 49) o dalla insoddisfacente realtà dei personaggi? Certo è che lo stile di Capurso si impone per una sua ‘metafisicità’ che, sospesa tra descrizioni spesso poetiche e dialoghi (la struttura dialogica ha pur, in senso formale, aspetto poetico), aspira ad approdare all’assoluto: concretamente, se concretezza esiste nella parola, i ‘metafisici’ viaggiatori non possono che scomparire (dove?) come già fece Lao Tse.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza