Servizi
Contatti

Eventi


Prosa. Estratti, a volte frasi, tolti dall’opera ‘letteraria’ di Degas (taccuini, lettere, ecc.), che ci danno la misura di un artista aristocratico, cultore della bellezza, non di rado contraddittorio, per esempio sulla forma, tra fantasia e realtà: elitario, allora, tutt’altro che popolare (p. 17), anti-dilettantistico (pp. 11 e 19), ma cosciente di sé: ‘un gran numero di pastelli mal riusciti’ (p. 5). Senz’altro centrati i principî di solitudine, per creare (ma non sempre), e del mistero che l’arte contiene. Si capisce l’artista e l’uomo, ma ‘L’artista è forse un uomo?’ (p. 19). Conta, infine, ciò che rimane: una pittura di straordinario charme.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza