Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. C’è una specie di ossimoro nella definizione (IV di cop.) di ‘trasgressiva e moralista’ riferita all’autrice, ma in effetti ciò è possibile, poiché proprio attraverso la trasgressione si riesce a conoscerne le implicite cause. In questo romanzo indubbiamente originale la scrittura pur coesa attinge al gergo studentesco (alcuni termini spiegati alle pp. 87-88) unitamente a un desiderio di ‘bellezza e purezza’ – cfr. p. 15: comprensibile quindi l’istinto ‘blasfemo’ di fronte a una realtà che spesso risalta nei suoi aspetti più ripugnanti, e giustificabile il moralismo se inteso come indole personale.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza