Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Si arriva al testo più recente (per il momento): 14 maggio 2009, con l’avvertimento che la scrittura dell’autore ‘è resistenza nel tempo, non cedimento’ (p. 421). Quantità e qualità di queste poesie si fondano sull’endecasillabo sciolto, che non ingenera uniformità poiché plasmato in diverse figure e ritmi, per esempio: l’unità sillabica antica ‘Era il sessantasei; l’aiuto portasti’ (p. 63), cinque sinalefi ‘nel fumo,^accesi^i fuochi,^e mi^alzo^al vento’ (p. 131), dialefe ‘olio?, vino non bevo \ uso poco’ (p. 183), dieresi d’eccezione ‘il mïo dialogare con l’ignoto’ (p. 192), tmesi ‘Al punto fermo segue inevitabil-’ (p. 341), ecc. La ‘fantasia della quotidianità’ è incessante e dimostra che l’esperienza incide (il poeta è nato a Firenze nel 1920), ma è il significato creativo a porsi in primo piano, così che da un pensiero privato o circoscritto si definisce il segno comunicativo della parola.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza