Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. C’è non di rado il vezzo (né noi ne siamo esenti) di collegare un dato autore – soprattutto il suo stile – ad altri: operazione che, se può fornire indizi per una collocazione storica o linguistica, risulta meno influente ai fini della singolarità. Nel romanzo della Marini, scrittrice con un notevole curriculum letterario che parte dal 1961, il linguaggio viene depurato da elementi superflui grazie a un’incisività sintattico-formale che addensa la storia avendo all’interno micro-storie; i piani si possono intrecciare in quest’opera così organica (sei parti divise in capitoli, più un epilogo), tanto da interagire nei rapporti fra atto e contiguità: ‘Scusami, dice, la maniglia ad aprirsi’ (p. 123); si va oltre le apparenze, come nel cap. III della stessa sezione.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza