Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. Il Sacchetti nacque a Torino nel 1847 e morì a Roma nel 1881, stroncato da una forma tifoidea quando pareva già avviato a una brillante carriera letteraria. Il romanzo breve qui riproposto apparve prima a puntate, poi in volume nel 1878. Se in qualche particolare risente degli stilemi d’epoca o voci oggi fuori d’uso (pronomi come ei o ella, l’aggettivo sgloriato, ecc.), sostanzialmente però la sua narrativa ‘tiene’, resiste cioè al tempo: descrizioni sapide e non troppo puntigliose, dialogo vivace, realistico, sicché il riferirsi al capolavoro di Nievo (F. Lioce, p. 5) non è improprio. Difficile dire cosa l’autore piemontese avrebbe ancora prodotto: ciò che ha lasciato è comunque sufficiente per una positiva valutazione.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza