Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. A due anni dalla precedente, questa seconda opera poetica dell’autrice approfondisce e rende più connotato il suo stile. Le immagini acquistano nitidezza, definite da un linguaggio in cui la natura si esprime con penetrante significazione: ‘E il cielo di ieri | velato di malinconia | racconta’ (p. 13); o, a p. 15: ‘L’eco | della luce lunare | disegna acque di mare’ (vv. 10-12) — estrema purezza della parola, dai tratti chiaroscurali, che riecheggia il mondo classico, del mito: ‘tra le ninfe | lievi nella danza | sotto l’argenteo raggio’ (Per Afrodite, vv. 9-11). Davanti alla bellezza anche il critico deve tacere.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza