Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Walt Whitman (1819-1892) rappresenta una faccia dall’America, per quel vitalismo che irrompe nei suoi testi poetici: Foglie d’erba, opera aperta che finirà con la nona edizione. Una grande distanza dalla Dickinson (che non lo stimava), ma fino a un certo punto: la sua scrittura spesso di alta retorica nasconde la profondità, l’animo mai completamente svelato: ‘anch’io sono intraducibile’ (p. 17) ‘non sono un elegante ballerino’ (p. 23): è quindi il mondo originario, forte, immediato, portatore di valori, a divenire un canto corale (p. 10) in cui l’umanità si riconosce.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza