Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. La figura di Lupo presente in tutti i tre racconti conferisce impronta unitaria alla narrazione: ma vi è pure la singolarità di tre storie. La prima (Dostoevskij) ha come sfondo i libri: viene da pensare alle tante, proficue letture dell’autore. Ciò traspare nel secondo testo (Il ladro di racconti), in cui si precisa il quadro stilistico ed emerge la personalità del poliziotto. Forse il terzo brano (La lettera) risulta il più originale: gli episodi si susseguono in una strana situazione e porteranno a un esito imprevisto. Semplice e funzionale all’ambientazione la parte descrittiva. Opera prima nella quale l’esperienza del D’Amico (da quasi vent’anni commissario di polizia) ha indubbiamente giocato il suo ruolo.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza