Servizi
Contatti

Eventi


Teatro. Come spesso risulta, le opere di Liliana Ugolini partono da un principio apparentemente ludico-teatrale. Così i XVIII capitoli del volume sono parte in prosa (con valore anche esplicativo) e parte in poesia, accompagnati poi dalle tavole visive di Giovanna Ugolini. La differenza tra Marionette e Burattini pare risiedere nel modo in cui sono manovrati: alla fine però c’è sempre un Gran Burattinaio. Chiara la metafora o allegoria che dir si voglia. Le figure sopra menzionate siamo noi? Allora teatro nel teatro, recita nella recita, in un ciclo senza fine, in un gioco di specchi esistenziali: dentro sta ‘il mistero che ci guida’ (parafrasi da p. 26). In simile prospettiva gli artisti svolgono il proprio ruolo.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza