Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Questa è la terza stesura del ‘poemetto in diciassette lasse ispirato al Libro Tibetano dei Morti’ – esempio di coscienza critica. Scarselli è peraltro un autore a sé: predilige le forme più ampie anziché poesie singole, ponendo ‘grande attenzione per la nostra tradizione linguistica’ (p. 29); infatti i suoi versi si muovono in un’area circoscritta e in genere non seguono ritmi precostituiti, affidandosi piuttosto al naturale eloquio della lingua; anche le lasse cambiano come misura. Tema centrale è lo stato di pre-morte o stato intermedio che vagamente appare, in un suo stadio, descritto da E. A. Poe nel ‘Dialogo di Monos e Una’.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza