Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Quel malessere diffuso, una specie di abbandono, trova conferma nella ‘postfazione’ Afterwards: fragilità interiore? pena irrisolta? delusione e caduta di ideali? Ma ciò è irrilevante; si parla di poesia, non di poeta: un sentimento che sfiora la morte, la nullità dell’essere e dell’improbabile ricordo, il naufragio personale nei simboli di un mare ipotetico, l’aridità: ‘Il mio cuore è simile a un pozzo | senz’acqua (Soffio serafico, vv. 14-15); eppure quali splendide figure ne scaturiscono: ‘il giorno | lucente d’argento e viola’ (La notte nell’ombra, vv. 25-26) – l’io ha le sue macerie, ma se sa creare così anche poche pagine sono sufficienti a farlo rivivere.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza