Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Il romanzo storico è uno dei filoni che vanno per la maggiore, ma mentre molti si collocano in improbabili medioevi o epoche favolose, questo, con cui l’autrice esordisce in campo narrativo, è perfettamente credibile per l’accurata ricostruzione del periodo, dal 347 d. C. all’anno della morte di Giuliano (363 d. C.) la cui figura rimane sì sullo sfondo, ma rappresenta il tentativo di opporsi al cristianesimo ripristinando le deità pagane: un crepuscolo, in fondo, glorioso dal punto di vista etico, e più tardi l’ingloriosa fine di Roma. Notevole la precisione ambientale, con termini greci e latini in gran parte spiegati a lemma nel dizionarietto in appendice. Le vicende vengono narrate molti anni dopo (maggio 410 d. C.) e sono spesso avventurose e con arguta caratterizzazione dei personaggi (elenco a p. 5).

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza