Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. La ‘visione del mondo’ (Weltanschauung) si riferisce anche alla filosofia e alla psicanalisi, situate però in un contesto ‘oggettivo’ se dotate di una scientificità spesso inoppugnabile. Ci sembra importante l’aver riportato due documenti (cap. Galileo) che testimoniano come i dogmi fondati su testi vecchi di secoli, se non di millenni, vengono utilizzati, in buona o cattiva fede: l’abiura del grande astronomo e la sentenza dell’Inquisizione – non disse Giosuè (X,12) più o meno ‘Fermati, o sole’? Siamo nel 1633! Tutti i capitoli del libro sono interessanti: da citare particolarmente le pagine dedicate a futurismo e dadaismo, e il resoconto del lavoro svolto dai ‘gruppi di globalizzazione’ (App. 1) nel biennio 1994-1995.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza