Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. La silloge si porge senza prefazione, quasi a significare che ciò che conta è la parola nella sua autonoma realizzazione. Il titolo è indicativo: ma l’autore (noto anche come operatore culturale) spazia in temi riguardanti l’essere nella sua umanità – si potrebbe ipotizzare una linea di confronto con padre Turoldo per la costante ricerca di una verità che le cose (e specialmente gli uomini) sembrano celare. Qui i valori religiosi sono connessi a quelli etici ed efficacemente figurati dal premonitore finale de La guerra.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza