Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Dal roveto ardente (Esodo 3:2) s’irradia la luce della poesia: questi versi, così limpidi, si sostanziano d’un credo che non è solo questione di abito (Antonio Veronese è un sacerdote) ma di intima risonanza. Viene da pensare a Thomas Merton, a una religiosità con molti aspetti, unificata dal punto generatore. Le rime sono lievi, spesso distanziate, portano echi che rivelano nei trentuno testi, d’un presumibile poemetto, il pieno fulgore (XXX) da una ‘fede tenebrosa’ (XXVI): quel chiarore ci avvolge in un ‘Raggio d’amore’ (III).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza