Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. Che il futurismo ancor oggi faccia sentire la sua influenza, naturalmente con i cambiamenti socio-culturali sopravvenuti, è un dato di fatto. L’area ferrarese mostra una spiccata sensibilità a coglierne gli aspetti più significativi e originali. Il volume contiene numerose schede di operatori in varie discipline, da Caggiano a Govoni, da Rambaldi a Sgarbi: un gruppo nutrito e articolato. Ci siano concesse, senza nulla togliere agli altri, un paio di citazioni: Emilio Diedo sul versante di ‘esplorazioni poetico-spaziali’ e Riccardo Roversi per il ‘nuovo classicismo elettronico’. Poi Selìm Tietto, purtroppo scomparso tre anni fa, che pur padovano aveva con Ferrara un vivo rapporto (rivista Poeticamente).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza