Servizi
Contatti

Eventi


Diaristica. Si tratta naturalmente di un omonimo che ha partecipato alla prima guerra mondiale: il suo diario inizia il 23-V-1915 e ogni giorno annota avvenimenti bellici e personali; si svolge nei tre anni del conflitto, con episodi a volte curiosi (p. 25), talvolta terribili, come i ‘resti di un mitragliere italiano’ (p. 71) o ‘il cadavere di un austriaco dal quale esalava un fetore insopportabile' (p. 113). Il diario si chiude il 3-IX-1919, anno in cui vi sono soltanto quattro annotazioni. L’impressione che se ne ricava č che i disagi della guerra siano affrontati dal Bossi con filosofia, se non con stoicismo. Numerose foto integrano il volume di grande formato.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza