Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. Secondo Poe, la dama è profonda e gli scacchi sono complessi (cfr. I delitti della Rue Morgue): asserzione da sottoporre a verifica. Con ‘L’arte scacchistica’ l’autore delinea un excursus sulle varie opere che hanno segnato l’evoluzione (ma ogni possibilità era già implicita) di tale gioco. L’impressione – per noi profani – è di relazione con la realtà (e la logica). Se si pensa al ‘turco scacchista’ di von Kempelen, gli scacchi diventano puro meccanismo, ma qui si arriva alla filosofia. Stando agli studi personali di Gentile, i due concerti op. 11 e 21 non sarebbero di Chopin, ma della sua amica Konstancja Gladkowska; in effetti il musicista polacco a proposito del II concerto disse di averne composto l’adagio pensando a lei; ma non è un adagio, bensì un larghetto.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza