Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Dopo l’esordio con ‘L’abbraccio dei colori’ (2004) la poetessa pubblica una silloge che riconferma le qualità della prima raccolta: scrittura limpida, immediata, priva di complicazioni lessicali; non proprio stile sintetico, piuttosto ‘oggettività’ ricca di vibrazioni che riesce a trasmettere significati profondi portati in luce grazie alla trasparenza del dettato, versi in cui la realtà non viene elusa, ma trasformata in interiore ricerca di verità: ‘Parlare ancora | per capire | di settembre | il profondo nero’ (p. 43); testi perlopiù anepigrafi, come trama di un poema umano, cui si accompagnano deliziosi disegni pieni di vita e colore.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza