Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. ‘Il Turco miete. Eran le teste armene che ier cadean sotto il ricurvo acciar’ così denunciava il Carducci in una sua poesia i massacri che prelusero al genocidio del popolo armeno: la storia di Veron attraversa anni cruenti (1907-1924), con le potenze occidentali che – a quanto pare – non lo impedirono. Tra mille vicissitudini, in un orizzonte in cui la morte è sempre presente, la diaspora approda infine a un porto sicuro. In tanto odio, anche da parte turca qualche gesto di pietà (cap. XI, 1917). Sono pagine intense ed emozionanti, che fanno rivivere personaggi e luoghi tra paura e speranza, ‘ma turchi e armeni non potranno più essere amici’ (cap. X, 1916). Veron si sposerà a Waukegan (Illinois) nel 1924 e avrà due figli, maschio e femmina.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza