Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Fa simpatia il Mauretto, alto un metro e ottantacinque, protagonista di questo romanzo: quando si sogna di far parte d’un gruppo metal da mezza classifica, finire impiegato di banca non è il massimo. Ci si aggiunga lo sfondo della città irlandese (il pensiero vola ai dublinesi di Joyce) e un linguaggio che prende da più elementi secondo lo ‘slang’ della nostra epoca, ecco che si avrà un quadro vivace, ironico, e quant’altro. Ma l’autore sa scrivere, riunendo con naturalezza lingua italiana e non, più la critica – o, se si vuole, coscienza – di certe asserzioni che non tengono conto della realtà (p. 41).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza