Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Un romanzo singolare, per l’integrazione dei due autori (la ricerca di ciò che appartiene all’uno o all’altro sarebbe, alla fin fine, ininfluente) e per la forma, sempre in movimento, più realizzata in momenti che secondo una continuità: vi appare un personaggio che acuisce il senso di mistero spesso implicito nella scrittura. Perché si scrive? Per sopravvivere (p. 26): poi tale concetto pare ribaltarsi: ‘A volte faccio l’errore di credere in quello che scrivo’ (p. 40); dichiarazione concettualmente sottile, si rilegga infatti la frase: non è detto che quanto è scritto sia falso, la questione riguarda invece se crederci o no. Ma la parola, comunque espressa, è segno di libertà (p. 71).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza