Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Quasi frammenti di un unico specchio, così i tanti nomi di un’identità che aspira a farsi totale, eliminando per ipotesi qualsiasi alternativa, ognuna racchiusa nel cerchio dell’io (cfr. M. Baldi e ‘Vivono in noi innumeri’). Alla prova dei fatti vi è un oggettivo, ma fino a un certo punto, riscontro nella realtà – né si vorrebbe anticipare giudizi conclusivi secondo parametri che solo alla realtà facciano riferimento. La sostanza è pure arrivo finale: dire morte è quindi impropria presunzione? o piuttosto ‘La vita è come un’ombra che passa sopra un fiume’? (p. 26). La coscienza del fare poesia trova già qui la risposta: il tentativo di fissare ciò che appare in continuo movimento.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza