Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Il suo vero nome era Gertud Käthe Sara Chodziesner. Nasce a Berlino nel 1894 e presso l’editore ebraico E. Fleischel pubblica la prima raccolta nel 1917. Natura solitaria, nelle sue liriche si assiste a un sogno metamorfico: animali, vegetali, minerali — dove tutto è fattibile ma in una prospettiva raziocinante. La realtà è una seconda pelle ‘perché in vita noi siamo bestie da lavoro e preda’ (p. 17) ed è la natura a mescolarsi allo spirito, a generare immagini di esaltante bellezza ‘un crepuscolo azzurro, gocciante umidore’ (Il rospo). L’imperio della creazione suggerisce soluzioni inaudite, lo stato allucinatorio come deve essere all’origine la parola, voluttuosa e struggente. Il 21 febbraio 1943 l’ultima lettera, poi, sulla sua vicenda umana scendono le tenebre di Auschwitz.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza