Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Il minuetto, in tempo ternario, ben si attaglia agli haiku nei canonici tre versi (5-7-5). Per rientrare in quelle misure, secondo la metrica italiana, Giordano usa in più d’un caso la dialefe, ess. ‘Le \ api dove’ (p. 11) ‘Verrà \ un terno’ (p. 18) ‘Se cerchi \ Aldo’ (p. 21); nel verso ‘che vedemmo qui’ (p. 29) per mantenere il quinario si deve far cadere l’accento su mo; cfr. anche ‘Al Gran Bar per il’ (p. 16). Piccola forma l’haiku, ma con grandi possibilità, che l’autore sfrutta a fondo e in una serie di molteplici registri, non ultimo quello descrittivo (es. Dal denso verde).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza