Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. L’excursus sulla produzione poetica di Giordano parte dal 1973. Il volume si apre con Nebrodi sound (stessa lirica in ‘Ditirambi, lai e zagialesche, p. 12): la catena montuosa della Sicilia si snoda per circa ottanta chilometri culminando nel monte Soro (m. 1847). La realtà sociale della terra siciliana appare con forza in più composizioni: Contadini (Aprile 1974), Lista dei disoccupati (da ‘Se dura l’inverno’ 1980), Mercati popolari (da ‘Strambotti per viola d’amore’ 1984), Dopoguerra (da ‘Del sabato e dell’infinito’ 1992): testimonianza in versi che ben rappresenta un certo periodo, di speranze spesso tradite. Si chiede infine il poeta ‘cosa resterà, formica o cicala | che sia stato, dell’uomo oltre la morte’ (p. 35).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza