Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. È un mondo familiare quello che emerge dalle poesie dell’autrice, espresso con semplicità e partecipazione: forte il richiamo dell’infanzia. Ritmi e metri spesso sono echi, come gli endecasillabi-ombra ricostruibili sui primi venti versi di ‘Morire di droga’ o i quinari di Schizofrenia che rendono l’idea di ‘cose spezzate, | sogni a brani, | fantasmi strani.’ C’è anche vigoria descrittiva, es. ‘Temporale estivo’ sviluppato con efficace progressione; in ‘Ritorno (Estasi)’ l’ultimo verso di ogni quartina fa rima, creando così delicate cadenze.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza