Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. Per il comune lettore di poesia Valéry è noto in particolare per il ‘Cimitero marino’ — esame parziale, ovviamente, sicché questo saggio amplia la conoscenza di un poeta che, in un certo senso, elude il simbolismo prima maniera per istituire una sua visione, lucida o razionale (il signor Teste ne è l’esempio, forse per ipostasi). La definizione del Sé e la parola creativa cercano l’unità che è semantica, nel segno plurimo e conoscitivo. Ma suono e ritmo (cfr. traduzioni di O. Macrì) impediscono, almeno in parte, una musicalità esterna, più vicina a Debussy che a Honegger. Quanto sia documentato il lavoro di Nigro lo dimostrano le pagine (circa trenta) riservate a note e bibliografia.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza