Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Pur nella contiguità familiare (Dalila, figlia; Alberto, padre) le singole vie poetiche in più punti divergono. Nei testi formalmente ‘regolati’ di Dalila si desume un certo pessimismo di fondo, ma anche la sensibilità per cui i ‘ricordi sono profumi’ (p. 8): sensazioni non solo olfattive – traducibili nella trama dell’esistente – ma pure visive, auditive e tattili. Ne ‘Il senso della vita’ si ha un doppio decalogo (pp. 19-20) fra materia e spirito.

La libertà testuale di Alberto invece contiene critiche alla società odierna, e nel ‘Progetto a due voci’ si realizza un duplum poetico. Vi sono poi pagine di prosa (sulla loro appartenenza il giudizio è sospeso), mentre altre composizioni sciolgono i versi da gabbie precostituite per disporsi in aree aperte, sempreché vincolate al senso. Infatti i due frontoni (A e B) di p. 38 suscitano risonanze di significato, non necessariamente limitate al ‘nomen omen’.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza