Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Quando nella scrittura confluiscono elementi senza esclusioni, si ha uno stile sempre vario, disinibito, che coglie in ogni spazio la sua identità e la unifica: è soprattutto nel verso esteso (si veda l’‘ipallage’ dei ‘ponti barboni’ in Nike) che l’esito formale acquista spessore e originalità, perfino eleganza di costruzioni che – all’apparenza solo intellettive – mostrano invece lo scandaglio della parola, l’implicita semanticità: ‘sofisma d’assenso d’alchimie nuovo stigma’ (Indifferenza, v. 10). Va accolta perciò l’idea di ascolto; cfr. R. Pasanisi (p. 9): nuova musica per nuove orecchie, direbbe Nietzsche.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza