Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Si percepisce un parallelo col ‘passero solitario’ quale simbolo di una condizione intimistica – ove emergono valori fondanti – rivolta al mondo esterno; vi rimane memoria di una classicità da cui trarre nuova linfa: ‘com’aere più non voli’ (Finzione e realtà, v. 5) o ‘che pria sempre ti sciacqua’ (Salice, v. 17) – i corsivi sono nostri. L’autore però si spinge anche verso l’acrostico mobile (Camaleonte) e il calligramma (Vivrei... e Vorrei...) che si propongono come eventuali esercizi formali rapportati al contenuto. Poi ci sono rime che sorgono spontanee seguendo la musicalità dei versi.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza