Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. L’autrice è moglie del noto violinista e compositore di musica da camera (nella quale ha introdotto anche il nastro magnetico) Massimo Coen. Il forte legame con in mondo dei suoni viene evidenziato dal Trittico, tre liriche per M. Bortolotti, G. Petrassi e G. Scelsi, quest’ultimo musicista di grande originalità: ci sovviene l’ascolto del fascinoso pezzo per undici archi Natura renovatur. Le poesie di Mirella Thau (thau: ultima lettera dell’alfabeto ebraico), spesso risalenti agli anni Cinquanta (‘I passi sui gradini’ del 1956), mostrano una notevole freschezza d’eloquio, e in francese acquistano nuove sfumature: ‘foglie ingiallite | da un raggio di sole’ – ‘feuilles jaunies | par un rayon de soleil’ – da ‘Le nubi, le nubi’ (vv. 4-5).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza