Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Già due raccolte di favole: quella poetica fa perciò ipotizzare una libertà creativa fuori dai canoni. Un libro da prendersi nell’insieme, ma i testi – tutti rigorosamente centrati – sono dotati di autonomia. E qui si consideri il rapporto fra parola e oggetto, come suggerisce la nota nel primo risvolto. Più che una oggettuale definizione – peraltro difficoltosa nel senso primario, tra visualità e trasferimento linguistico – è il dato auto-referente a costituire il modo interno della parola: suscitare immagini, emozioni e re-azioni attraverso la poesia ‘per sferzare la schizofrenia’ (p. 33). Nel linguaggio si aprono poi spazi allusivi: ‘Clito ride || Impertinente!’ (p. 68).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza