Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. C’è spesso nella poesia un aspetto visionario: in Traslucido si ha il passaggio dalla parola, carica di per sé di risonanze, a un universo linguistico che vive di vita propria; se ciò lo distacca da una contiguità oggettuale, fa fluire però immagini inedite, secondo le singole disposizioni se accogliere o meno tale scrittura. In sostanza, la dimensione verbale è voce che frantuma, volendo, i tratti esclusivamente logici, come ne Le dita, la cui de-strutturazione fa partecipi di un nesso sotterraneo, creativo; stesso discorso, ma più contenuto, vale per la ‘Canzone di note impertinenti’.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza