Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. La giovane autrice (è nata a Bondeno nel 1973) dà uno sguardo retrospettivo ‘intervistando’ i nonni: ne esce la realtà della guerra, con gli orrori che il passare degli anni sembra affievolire ma che, come monito, devono restare vivi in ogni coscienza civile. Sul fatto che un tempo ‘la gente si voleva bene e si aiutava’ (p. 11) gioca il traslato della memoria, mentre oggi siamo ‘pieni di arroganza’ (p. 15): forse l’umanità non cambia, nel bene e nel male; tuttavia queste pagine sono una testimonianza preziosa.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza