Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Due liriche risalgono al 1975: da questo punto è visibile un percorso che determina anche la coscienza di scrivere rime – così l’autore a p. 35, 39, 45 e ss. e particolarmente in Zattere. Tonalità e argomenti sono svolti con un linguaggio non complicato, efficace, dai tratti di sicura eleganza: creazione come trasfigurazione, ciò che si vorrebbe vedere con lo sguardo dell’anima e scaturisce perciò dall’essere poeta: ‘Ma c’è una stella | che a volte | fiorisce nei tuoi occhi’ (Avresti voluto, vv. 11-13).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza