Servizi
Contatti

Eventi


...Anche se così non fosse

Poesia. Diversi caratteri distinguono la poetica dell’autrice e partendo dal lessico si osserva la propensione per una scrittura che tende a precisare ogni dato secondo parole tipicamente letterarie, per esempio silenti o pargoli.

Un’espansione lirica che a volte trova punti di sintesi, a dimostrazione di una mobilità stilistica pronta ad adeguarsi al soggetto senza rinunciare a figure-simbolo: una di queste è il giardino, il cui significato spirituale risulta evidente e la corrispettiva varietà concettuale rinnova a ogni elemento le sue poliedriche possibilità.

Fra i testi ci pare emblematico Soffi di primavera che nell’apertura mostra l’incidenza di un ricco lirismo, mentre la parte per così dire ‘metafisica’ si proietta oltre la stessa concretezza di eventi o emozioni: “Il cuore s’avvampa con vaghezza superna” — l’aggettivo in questo caso non potrebbe essere più appropriato.

E pure le composizioni dedicate, riferendosi a una sfera di affetti familiari o amicali, si pongono in quella dimensione quasi religiosa che la poesia riesce a ricreare.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza