Servizi
Contatti

Eventi


Artimino | Dalle origini ai nostri giorni

Saggistica. La storia di una località per quanto circoscritta rivela una insospettata quantità di dati storici che questo saggio pone in luce con esemplare chiarezza e opportuna documentazione: in appendice la bibliografia essenziale.

Oggi Artimino è un ‘borgo’ che conserva il fascino dell’antico e sta diventando meta turistica di rilievo. La storia parte addirittura dai primi insediamenti umani. Pare che il nome derivi da una famiglia romana, il nome gentilizio Artemius, ma, secondo altre ipotesi, essendo di area etrusca dalla divinità Artumi o Aritimi.

Una città, a quanto pare, la cui decadenza inizia con il periodo romano, nel I secolo a. C. Nel medioevo aveva una pieve e venne coinvolta nelle lotte per il possesso del territorio. Artimino inoltre è ricordato per la qualità del suo vino dal Redi che scrive tra l’altro: “Signor Marchese mio non è possibile | I pregi raccontar di questo vino”.

Si arriva quindi al periodo bellico: una lapide infatti ricorda le “vittime inermi delle stragi germaniche” (6 agosto 1944). La ricchezza documentaria è anche “frutto di una attenta ricerca e lungo studio”.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza